In evidenza
0 Recensioni, 3 Mi piace, 0 Commenti
0
La ''Deveteja di Cogne"

La ''Deveteja di Cogne"

Pubblicato in: Italia / - Da - Sep 02, 2018

Desarpa, Deveteja: sono due termini dialettali che in Valle D'Aosta indicano un'unico evento che si celebra alla fine di ogni estate; la discesa delle mandrie dagli alpeggi di alta quota per raggiungere,nel periodo autunnale/invernale,le stalle di fondo valle. La transumanza dei bovini rappresenta un avvenimento particolarmente importante nella cultura pastorale montanara e tutt'oggi rappresenta un momento di festa molto sentito da tutti i valligiani. E' ''Desarpa in Valtournanche e nella valle del Cervino mentre e' ''Deveteja'' a Cogne e nella zona del parco del Gran Paradiso. Ed è proprio la ''Deveteja'' la manifestazione alla quale ho assistito e di cui voglio condividere su questo diario di viaggio le emozioni che ho provato. Era il 2016 e la manifestazione per quel'anno era fissata per il sabato 1 ottobre e domenica 2 ottobre. Arriviamo a Cogne al giovedì con qualche giorno di anticipo l'area di sosta è pressoche vuota ma Jaqueline, la signora che gestisce l'aria, ci informa che sono in arrivo numerosi equipaggi che fanno parte di un camper club dell'Emilia Romagna. Facciamo un giro in paese e l'atmosfera è ancora tranquilla, mentre ferve un certo lavoria degli operai del comune che stanno montando i gazebo dove si svolgerà il mercatino. Al venerdi come già preannunciatoci l'area di sosta e completamenter piena e anche le strade di Cogne si stanno affollamdo di turiisti arrivati per l'occazione. Ed eccoci al Sabato. Con esibizioni musicali e canori del gruppo folkloristico si apre la manifestazione il mercatino e' preso d'assalto alcuni artigiani costruisconi in diretta i tipici sgabelli a tre piedi per la mungitura mentre altri con sapienti colpi d'ascia e di scalpello costruistono i ''sabot'' le tipiche calzatura di legno. Non mancano le prodizioni locali alimentari e da parte nostra ci facciamo attrarre dallo stand dove alcune signore stanno friggendo delle succulenti fritelle di mele. Infine ecco la sfilata delle mandrie che scendendo dagli alpeggi delle frazioni limitrofe Epinel, Lillaz, Valnontey sfilano tra le stradine di Cogne. Tra le mandrie spiccano le ''Rejne'' le regine per la produzione del latte e per la grandezza delle corna. Le Rejne si distinguono per le ghirlande che portano tra le corne.Queste razze bovine alpine hanno nel loro DNA un carattere bellicoso. Spesso gli animali incrociano tra di loro le corna e si spingono per stabilire la gerrchia nella mandria. Comunque nulla di cruento è un po come nei tempi andati nelle osterie tra un bicchiere di rosso e il fumo di mezzi toscani e nazionali ci si sfidava a ''braccio di ferro''. Alla Domenica 2 ottobre approffittiamo delle proposte di alcuni ristoranti che per l'occasione con prezzi particolarmente vantaggiosi offrono degustazioni di prodotti locali. Insomma come spesso succede tutto finisce a magna-magna. Il Lunedì è il giorno della partenza, della nostra personale deveteja  scendiamo dalle alte quote a livello del mare dove il nostro ''Trottolino'' troverà il riposo invernale.

Giovanni

L'Utente non ha aggiunto informazioni.
Condividi sui social:
1 Mi piace
Piace a  

Potrebbero interessarti:

Feb 13, 2018, 0 Mi piace 100 Visualizzazioni
Nov 27, 2018, 1 Mi piace 41 Visualizzazioni
Jan 13, 2018, 5 Mi piace 493 Visualizzazioni