In evidenza
1 Recensioni, 31 Mi piace, 1 Commenti
5
Andare per borghi in Sicilia

Andare per borghi in Sicilia

Pubblicato in: Italia / - Da - Nov 27, 2018

 

Andare per borghi in Sicilia: Gangi, Sperlinga e Nicosia

di Giuseppe Trovato

In Sicilia la Storia ha lasciato tracce indelebili non solo nelle città, ma anche nei piccoli centri, nei piccoli paesi delle zone interne. Quasi sempre, si tratta di borghi che da lontano appaiono aggrappati alle cime dei monti quasi a vigilare sulle campagne, ora verdi ed in estate bruciate dal sole, che si allungano verso il fondovalle, verso i torrenti ed i fiumi che cercano il mare. Gangi, Sperlinga e Nicosia sono luoghi dell’anima, dove la vita scorre con i ritmi di una volta, dove la modernità va di pari passo con la tradizione, ancora conservata e frequentemente coltivata con cura. Sono luoghi ideali per i camperisti che amano il plein-air ed amano esplorare il ricco patrimonio artistico che riaffiora nelle chiese restaurate, nei palazzi baronali, nelle poesie in lingua gallica, nella storia dei luoghi che incuriosisce i visitatori e li cattura con il gusto e il sapore di antiche ricette. L’identità del territorio e l’accoglienza straordinaria delle popolazioni offrono emozioni e suggestioni continue. Beni materiali e immateriali si sovrappongono nei vicoli di pietra di Gangi, negli angoli segreti e inaspettati del castello di Sperlinga, nelle vetrine intriganti di Nicosia, nel soffitto ligneo della Chiesa madre, nel calendario delle rondinelle che dal 1700, puntualmente, segna l’arrivo della primavera. Assolutamente da non perdere, a Gangi, la Chiesa madre con Il giudizio universale dello Zoppo di Gangi e la cripta dei “parrini morti”. Nella Cattedrale di Nicosia si trova lo spettacolare trittico marmoreo di Antonello Gagini e soprattutto il tetto ligneo, dipinto del 1400. Il tetto ricopre e sovrasta la sottostante volta a botte che lo nasconde alla vista. A Sperlinga, dopo il possente Castello, una lunga passeggiata nel borgo rupestre riempie di ulteriori suggestioni l’animo. In tour con altri amici camperisti ci siamo fermati alcuni giorni nei tre borghi, sempre in parcheggio libero senza alcun problema. Numerosi sono i ristoranti, le trattorie e gli agriturismi che offrono ospitalità ed ottimi piatti. Molte le sorprese nei territori ed anche tra gli equipaggi partecipanti. Fra quest’ultimi ci ha incuriosito la presenza di una famiglia con tre giovani figli. Il più giovane, Antonio ha appena 12 anni. Con i genitori ha girato il mondo … Francia, Germania, Turchia e naturalmente la Sicilia. Ci racconta le sue avventure di viaggio e arricchisce la narrazione con mille e mille dettagli. Traspare la voglia di sapere e di conoscere, di continuare a viaggiare con i genitori per tanto tempo ancora, di condividere con coetanei le naturali curiosità. Quando gli chiediamo se gli piace viaggiare in camper si intimidisce un attimo, ma poi col consenso del padre ci chiede i numeri di telefono… non si sa mai| Ci saluta con una promessa… “alla prossima”, come avviene con i più appassionati amanti del turismo all’aria aperta.

L'Utente non ha aggiunto informazioni.
Condividi sui social:
1 Mi piace
Piace a  

Potrebbero interessarti:

Mar 27, 2018, 1 Mi piace 541 Visualizzazioni
Jul 30, 2018, 0 Mi piace 192 Visualizzazioni
Jan 13, 2018, 5 Mi piace 493 Visualizzazioni