In evidenza
0 Recensioni, 3 Mi piace, 0 Commenti
0
Castelli in Valle d'Aosta: quali visitare?

Castelli in Valle d'Aosta: quali visitare?

Pubblicato in: Viaggi / - Da - Mar 12, 2019

La nuova rubrica mensile degli Allemandich.

I castelli in Valle d'Aosta sono davvero tantissimi, specie se rapportati alle dimensioni ridotte della Regione. Eppure proprio la posizione della stessa ed il suo ruolo di difesa militare dei confini territoriali spiegano il gran numero di forti e manieri presenti.

Molti di questi edifici sono ben tenuti e visitabili, al punto da rendere spesso difficile operare una scelta. Noi Allemandich abbiamo quindi selezionato i nostri preferiti, ma prima ci teniamo a spendere qualche parola su Aosta.

Aosta, cosa vedere

Aosta, il capoluogo di Regione, è una città linda e ordinata, non troppo grande e proprio per questo decisamente a misura di persona. Qui sembra che la vita sia facile e che prosegua con un ritmo diverso e più tranquillo, l'aria è tersa e per le strade del centro storico si viene spesso avvolti dal profumo inebriante dei piatti della tradizione culinaria locale, prima fra tutti la fonduta.

Ma questo forse lo sai già. Quello che magari non ti è noto è che Aosta possiede un grande patrimonio archeologico di epoca romana, come ad esempio l'antico foro e l'anfiteatro. Ancora più bello e misteriso però è il criptoportico forense, che ti consigliamo caldamente di visitare. Si trova all'altezza di piazza Giovanni XXIII e per accedervi dovrai munirti di biglietto d'ingresso, ma una volta entrato resterai incantato da questo cammino sotterraneo a forma di ferro di cavallo e ricco di arcate, abilmente illuminato a pavimento in modo tale da aumentarne la suggestione.

Pernottare ad Aosta col camper è semplice: potrai usufruire infatti dell'area sosta in Via Caduti del Lavoro, angolo Corso Garibaldi.

Castello di Fenis

Veniamo ora ai castelli e iniziamo con quello di Fenis. A differenza degli altri manieri, quello di Fenis non poggia su un'altura e possiamo quindi dedurre che non svolgesse un ruolo difensivo ma piuttosto amministrativo. Di proprietà degli Challant, la famiglia più prestigiosa della Valle d'Aosta, mostra una doppia cinta muraria merlata con funzione più che altro ostentativa. Una uriosità: se volgi lo sguardo verso l'alto, vedrai lungo il camminamento delle strane maschere, molto probabilmente con funzione apotropaica.

Spettacolare il cortile interno: tutto intorno vi corre una balconata in legno e le pareti sono affrescate in stile gotico internazionale. La scalinata centrale, invece, è stata presa a modello per realizzare quella che si trova presso il castello medievale di Torino.

Il castello in sé ha una pianta di forma pentagonale e si sviluppa su tre piani, ed è uno dei castelli medievali meglio conservati in Italia.

Visitare Fenis (con visita guidata) costa 7€, mentre questi sono gli orari di apertura al pubblico:

Da ottobre a marzo: dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00 Chiuso il lunedì

Da aprile a settembre: dalle 9.00 alle 19.00, tutti i giorni

Chiuso il 25 dicembre e il 1° gennaio

Per sostare col camper ti consigliamo l'area che si trova di fronte al cimitero, subito dopo l'uscita Nus dell'autostrada Torino-Aosta. Sappi però che è in costruzione una nuova area di prossima apertura.

Sito web: http://www.regione.vda.it/cultura/patrimonio/caste...

Castello di Issogne

Il castello di Issogne si trova in cima ad una piccola altura, e lo si può visitare in compagnia di una guida. Anche qui si parte dal cortile interno circondato da balconate e con le pareti ricoperte di affreschi che riproducono le antiche botteghe. Qua è là potrai anche scorgere graffiti più o meno lusinghieri lasciati dagli ospiti degli Challant (sì, parliamo ancora di loro) e riguardanti la qualità dell'accoglienza ricevuta.

La cosa però che più attira l'attenzione è la bella fontana del melograno, simbolo di prosperità, ricchezza e fecondità e quindi di buon auspicio. Anche questa è stata utilizzata come modello per l'analoga fontana che si trova nella corte del borgo medievale del Valentino di Torino.

Un altro punto di forza del castello di Fenis è l'interno, completamente riarredato nel tempo da un privato, Vittorio Avendo, con mobili originali o con altri appartenenti allo stesso periodo storico. Il castello poi fu donato da Avendo alla Regione.

La visita al castello di Issogne dura circa 30-40 minuti e costa 5€. Gli orari di apertura al pubblico sono:

Da ottobre a marzo: ore 10 - 13 e 14 - 17

Da aprile a settembre: ore 9 - 19

Chiuso i lunedì. Chiuso 25 dicembre e 1°gennaio.

Per posteggiare il camper ti segnaliamo la presenza di due comodi parcheggi proprio in prossimità del castello.

Sito web: http://www.regione.vda.it/cultura/patrimonio/caste...

Castello Savoia

Castello Savoia è il castello di Gressoney Saint Jean, ed è forse il nostro preferito. Fatto costruire nel '900 per ospitare la Regina Margherita durante i suoi soggiorni estivi in Valle, è circondato dal verde e da giardini montani e gode di una vista pazzesca.

Il suo stile è un mix di elementi liberty, bavaresi e medievali, e ovunque troneggia il motto "Fert" utilizzato dai Savoia. Spettacolari la scalinata interna in legno e le numerose vetrate policrome, e davvero da sogno la terrazza verandata che affaccia sul paese di Grassoney e sul Monte Rosa. Sapevi poi che la Regina amava dedicarsi alla scalata di ghiacciai? Potrai averne prova visitando la piccola mostra ospitata al piano superiore, con foto d'epoca e persino la slitta utilizzata dalla sovrana.

Due ulteriori curiosità: la prima è che l'edificio era dotato di impianto idraulico ed elettrico, cosa più unica che rara all'epoca, e la seconda è che in una delle casette situate nel parco era spesso ospite Giosué Carducci, grande amico della Regina Margherita.

Il castello è visitabile con guida al costo di 5€, mentre questi sono gli orari di apertura al pubblico:

Da ottobre a marzo: ore 10 -13 e 14 - 17; chiuso dal 25 al 31 marzo

Da aprile a settembre: ore 9 - 19

Chiuso i lunedì, il 25 dicembre e il 1° gennaio

I parcheggi fuori dal castello non sono molto adatti ad un camper perché lo spazio di manovra è ridotto. Tuttavia l'unica altra alternativa è usufruire dell'area sosta di Gressoney Saint Jean (Est: 7,835629; Nord: 45,76017) o di quella di Gressoney La Trinité (Est: 7.812896; Nord: 45.85319).

Sito web: http://www.regione.vda.it/cultura/patrimonio/caste...

Fortezza di Bard

Portata alla fama soprattutto per aver fatto da scenografia per uno dei colossi cinematografici della Marvel, Avengers: Age of Ultron, la fortezza di Bard fu fatta costruire dai Savoia. Posto su una rocca e con un ovvio ruolo difensivo, il forte è stato riaperto al pubblico solo nel 2006 e oggi è un importante polo museale. Al suo interno i tre corpi di fabbrica ospitano infatti il Museo delle Alpi e i percorsi dedicati alle Alpi dei ragazzi e alle Prigioni, mentre un quarto percorso è in corso di completamento (Il museo del Forte). Nel periodo estivo il forte è inoltre spesso teatro di eventi musicali e di spettacoli.

Mentre ti trovi a Bard ti consigliamo anche di perderti tra i vicoli del vecchio borgo: è un luogo davvero suggestivo.

L'accesso alla fortezza di Bard è gratuito, ma sono invece a pagamento i singoli percorsi museali con possibilità di usufruire di una tariffa cumulativa. Per i costi e gli orari ti rimandiamo per completezza e semplicita al sito web ufficiale del forte.

Per sostare col camper ti consigliamo sicuramente l'area di Hone (N 45.611698, E 7.732622), da cui è facile raggiungere a piedi Bard.

Castelli in Valle d'Aosta: conclusioni

Questi erano i nostri preferiti tra i castelli in Valle d'Aosta, e i tuoi quali sono? Lasciaci un commento, e aiuta noi e gli altri camperisti a scoprire sempre nuove mete!

CamperZone

Profilo ufficiale dell’unico social network per camperisti
Condividi sui social:

Potrebbero interessarti:

Oct 31, 2018, 0 Mi piace 50 Visualizzazioni
Sep 10, 2018, 2 Mi piace 127 Visualizzazioni
Oct 03, 2018, 0 Mi piace 22 Visualizzazioni