CamperZone
by on 16 May 2018
131 views

La vacanza: Nuovi sorrisi, nuovi luoghi da vedere e amare, nuove risposte da scoprire e da vivere.

Con questa citazione oggi scopriremo insieme 3 fantastici posti dove poter prendere spunto per organizzare una vacanza estiva tra sole, mare e relax.

Riserva Naturale dello Zingaro (Sicilia)

Oggi il nostro viaggio si affaccia sulla splendida Sicilia, nei pressi della Riserva Naturale dello Zingaro una delle più famose d'Italia, nel tratto di costa che va da San Vito lo Capo a Castellammare del Golfo.

Gli innumerevoli turisti che hanno avuto modo di visitare questa splendida riserva, la identificano come il paradiso della terra dove passato e presente si fondono armoniosamente.

 

Tra sentieri che sanno di rosmarino e percorsi di trakking che profumano di mare

Raccontare a parole la bellezza di questo luogo non è facile; è un posto incantevole dove la natura fa da padrona con piccole baie di ciottoli con acqua cristallina. Il mare si tinge di verde e di azzurro circondato da un’esplosione di vegetazione.

La riserva si visita esclusivamente a piedi e soltanto chi avrà voglia e pazienza di percorrere questo particolare habitat, potrà godere appieno di un’esperienza indimenticabile.

Ciò che consigliamo è di avere la consapevolezza che questo luogo nasce come esplorazione e scoperta della natura con la possibilità di tuffarsi nelle acque cristalline delle varie calette evitando di soffermarsi alla prima baia che vi precluderà l’opportunità di scoprire a 360* la riserva.

 

La visita alla riserva dello zingaro si suddivide in tre percorsi principali:

1° percorso – il meno impegnativo che prevede un percorso lungo la costa da un limite all’altro della riserva.

2° percorso – un po' più faticoso, prevede percorsi a zig zag tra le varie vette e coste.

3° percorso – riservato ai più sportivi, attraversa dall’alto verso il basso tutto lo Zingaro.

 

Dal sentiero di costa, è possibile proseguire fino al Museo dedicato alle attività marittime soprattutto alla tecnica di pesca del Tonno. Continuando il percorso tra profumo di rosmarino e cespugli si giungerà a Cala dell’Uzzo, luogo che apparirà incantevole grazie ai colori caraibici delle acque.

Dopo alcune ore di relax tra sole, mare e tranquillità con la natura sarà possibile risalire fino alla Grotta dell’Uzzo, maestosa grotta risalente al Paleolitico dove sono state ritrovate tracce di presenza umana.

Sulla strada del ritorno, si potrà visitare un’antica casa di contadini trasformata in un museo dove attraverso gli oggetti si rivive il passato. Dopo un’intensa camminata sarà possibile godere della cala Tonnarella dell’Uzzo, spiaggia circondata da pareti di roccia.

Per gli amanti della natura e per chi cerca un’alternativa alla noia della “classica” spiaggia la Riserva dello Zingaro è un’ottima occasione dove è assicurato il contatto con le bellezze della natura! Al ritorno verso casa, un pezzo del vostro cuore rimarrà in questo splendido eden.

 

Consigli utili:

- Scarponcini da trekking o scarpe da tennis

- Acqua e cappellino

- Zaino (asciugamano e viveri)

 

La visita prevede un costo di entrata. Orari di apertura dalle 07.00 alle 19.30

Per ulteriori info http://www.riservazingaro.it/index.php?lang=it

 

Riserva naturale Duna Feniglia (Toscana)

Una spiaggi a sorpresa

Nella splendida Toscana troviamo la Riserva naturale della Feniglia. Si tratta di una duna lunga 6/7 chilometri per una superficie di 474 ettari e separa il mare aperto dalla laguna di levante di Orbetello. La riserva si raggiunge a piedi o in bicicletta (previsto noleggio sul posto).

L'ombra dei pini regala una ambiente fresco e ad intervalli regolari si aprono i sentieri che conducono alla spiaggia. La vegetazione è composta da pini marittimi, ginepri e macchia mediterranea mentre la flora vede la presenza di daini, volpi, tassi e altri roditori.

La riserva è un ambiente naturale estremamente rilassante con spiaggia immensa, con strutture realizzate con legni bianchi per proteggersi del sole.

Una volta arrivati nella spiaggia si può godere della tranquillità e del mare che accoglie questa riserva.

La Feniglia si lascia desiderare; pertanto non si hanno molte informazioni online su questa riserva ma grazie a strutture ricettive come il personale del Corpo forestale dello Stato si effettuano visite guidate per comitive (prenotazione presso l'Ufficio Territoriale per la Biodiversità di Follonica, tel. 0566 40019)).

All'interno della riserva, dal lato laguna, sono presenti alcuni osservatori ornitologici, un percorso naturalistico per non vedenti ed un percorso ginnico. Nella riserva sono state eseguite ricerche nel campo della selvicoltura e della patologia vegetale forestale, sulla geomorfologia costiera, oltre che tesi di laurea su argomenti forestali.

 

Consigli:

- Scarponcini da trekking o scarpe da tennis

- Acqua e cappellino

- Zaino (asciugamano e viveri)

- Bicicletta (o possibilità di noleggiarla)

 

Info utili su: https://www.tuttomaremma.com/riservadunafeniglia.htm

Dove sostare:

Camping Feniglia: https://www.camperzone.it/socialmap/1164/camping-feniglia/

 

Fiorenzuola di Focara – Parco San Bartolo (Marche)

Un borgo a picco sul mare

Il nostro viaggio si conclude nel piccolo paradiso delle Marche, più precisamente a Fiorenzuola di Focara, piccolo borgo medievale a picco sul mare. La località è immersa nel Parco del Monte San Bartolo che custodisce un paradiso di spiaggia non attrezzata.

Il paesino di Fiorenzuola ha origini romane e si trova a circa 8 km da Gabicce Mare, 25 km da Rimini e 15 km da Riccione; passeggiando tra i vicoli, si può ammirare la cinta muraria che circondava il borgo, portoni medievali e il campanile della chiesa di Sant’Andrea. Una delle porte del borgo riporta un’insegna molto particolare che ricorda i versi che Dante dedica a Fiorenzuola nel canto XXVIII del suo Inferno.

Dalla cima della collina su cui si trova il borgo partono alcune stradine che conducono alla spiaggia e da lassù la vista è mozzafiato sia d'inverno che d'estate. Dal Borgo si potrà raggiungere la spiaggia di Fiorenzuola attraverso sentieri, percorribili a piedi.

 

Strada panoramica e sentieri stupendi.

Dalla cima della collina su cui si trova il borgo, si aprono diversi sentieri che conducono alla spiaggia. La mancanza di servizi esalta la bellezza selvaggia del litorale grazie al quale si respira aria pulita e tranquillità.

La spiaggia non prevede ombrelloni e o bar per questo motivo chi decide di addentrarsi in questo splendido paradiso, porterà con sé il necessario per trascorrere ore di relax lontano dalla confusione.

Il percorso a piedi non è faticoso come può sembrare; ad ogni tornante che si percorrerà si potrà scoprire un nuovo angolo del Parco Naturale del Monte San Bartolo e di mare Adriatico, che sembrerà di vedere una serie di cartoline... una dopo l’altra!

Una volta arrivati nella spiaggetta potrete godere del panorama mozzafiato dal quale si potrà riemergere mettendosi in cammino sulla strada di ritorno quando il sole inizierà a calare, per poter scalare i sentieri che ci condurranno di nuovo alla realtà della riviera.

 

Info Utili

Come raggiungere il Borgo e la spiaggia:

- Il borgo è possibile raggiungerlo in auto, dove poi si potrà parcheggiare e percorrere

  un centinaio di metri a piedi, seguendo le indicazioni del mare per raggiungere la spiaggia;

- In alternativa al percorso a piedi si potrà utilizzare il servizio navetta da 9 posti (previsto costo biglietto)

 

Cosa portare:

- Scarponcini da trekking o scarpe da tennis

- Acqua e cappellino

- Zaino (asciugamano e viveri)

 

http://www.parcosanbartolo.it/articoli.php?grp=1&cat=6

Dove sostare:
Camping Panorama: 
https://www.camperzone.it/socialmap/1166/camping-panorama/

 

Buoni chilometri!!

Post in: Travels
Be the first person to like this.
Be the first person to like this.