CamperZone
by on 24 April 2019
335 views

Un viaggio in Toscana è sicuramente un’idea ottima per tutto ciò che questa regione sa offrire. In un certo senso, ne abbiamo già parlato, quando abbiamo dedicato un post al Lazio.

È una regione bella da Nord  a Sud e da Ovest a Est, ma è anche molto grande. Soprattutto se si vuole fare un viaggio in Toscana durante questi punti lunghi di fine Aprile ed inizio maggio, considerando che per molti i giorni a disposizione non sono molti.

Analogamente al post sul Lazio, non parleremo del capoluogo. Quindi, niente Firenze, ma con una piccola eccezione: una capatina a Vinci per ricordare il cinquecentesimo anniversario della sua morte.

Viaggio in Toscana: inizio

Da un genio all'altro, da un orgoglio nazionale a un altro. Allora, puntiamo su Pisa, patria di Galileo Galilei. Da laureato in filosofia, Galileo può essere più simpatico di Leonardo. Andiamo a vedere il Camposanto, chiamato così perché la terra proviene dalla Terra Santa e nel medioevo c'erano solo due cimiteri in Europa denominati “camposanto”, questo e quello teutonico a Roma. Andiamo a vedere il battistero con la sua acustica perfetta; la torre con i suoi sette piani, numero magico, e lasciamoci suggestionare dalle sue campane. Facciamoci abbagliare dal bianco di Piazza dei Miracoli su tappeto d'erba ed un bel giro lungo l'Arno e nella zona universitaria.

Andiamo sulle tracce di Nicola Pisano, l'antesignano del gotico in Italia e ammiriamo il gotico pisano, di cui ci sono echi nel Duomo di Genova e nel Cimitero Monumentale di Milano. Poi,

Piero, Vinicio e gli altri

Se si va a Pisa, non si può non andare a Livorno, per par condicio. I motivi  sono differenti, rispetto a quelle che ci possono portare a Pisa: Piero Ciampi, la presenza ebraica, il porto, il Vernacoliere, un verso di una canzone di Vinicio dedicata a Modigliani, il caciucco e in generale lo spirito vivo e internazionale della città.  Anche il fatto che qui sia stato pubblicata la prima edizione de “Dei delitti e delle pene” e che qui sia nato il PCI non sono elementi di poco conto. Non mancano le cose da vedere: Terrazza Mascagni, la Sinagoga, la Chiesa dei Greci e tutta l'impronta data dai De' Medici a partire dal XVII secolo. Ricordiamo che Piombino (avete letto “Acciaio”di Silvia Avallone?) e  l'Isola d'Elba sono in provincia di Livorno. 

 

Alla fine arrivano le Formiche (Grosseto)

Il nostro viaggio in Toscana prosegue verso sud. Per andare a Siena? No, a Grosseto e in Maremma. Un po’ di mare, in posti come Principina a Mare, Punta Ala e Capalbio (che ha anche un lago).  Un po' di natura in Maremma. Grosseto città, di cui fa parte Principina a Mare, offre natura (soprattutto con le Formiche di Grosseto), arte e storia.

 

Altre tappe in Toscana:

 

 

Dove sostare?

Trova i punti d’interesse sulla social map.

Post in: Italia
Like (1)
Loading...
1
Like (1)
Loading...
1