CamperZone
by on 7 May 2019
372 views

Non esistono più le mezze stagioni, ormai si sa, e per noi camperisti questo è il periodo più ricco di dubbi su dove trascorrere un weekend. Mare, montagna, città?

 

Nei momenti di incertezza noi Allemandich ci rivolgiamo al lago, allerte meteo a parte (ma in quei casi molto meglio lasciare direttamente il camper in rimessaggio), e allora ecco qua la nostra esperienza di prima mano.

 

Lago Maggiore

 

Ne abbiamo già parlato lo scorso mese a proposito delle fioriture di primavera, ma non c’è niente da fare: il Lago Maggiore è la nostra scelta primaria quando decidiamo di organizzare un weeend al lago di quelli mordi e fuggi.

Le Isole Borromee, da raggiungere ovviamente rigorosamente in traghetto (o motoscafo, o aliscafo), sono uno spettacolo in questo periodo: un tripudio di colori, profumi e animali d’umore romantico.

Il clima, in teoria tiepido, dovrebbe poter permettere un pranzo vista lago a base di ottimo pesce senza spendere necessariamente cifre folli oppure un aperitivo al tramonto, magari seduti ai tavolini del lungolago di Baveno, Intra o Stresa.

Sempre piacevole poi fare semplici camminate nella natura, come quella per andare a visitare l’Orrido Sant’Anna, vicino Baveno: per raggiungerlo potreste anche dover passare per il Ponte Ballerino, il ponte mobile che rappresenta una delle attrattive di zona.

O ancora, se vorrete unire il piacere di un giro in traghetto a quello di un viaggio in treno, sappiate che è tornato ormai operativo il mitico Trenino delle Centovalli, che vi porterà fino in Svizzera, a Locarno.

Per pernottare col camper noi vi consigliamo sempre l’area sosta di Baveno oppure il Camping Riviera di Cannobio.

 

Lago d’Iseo

 

Altro giro, altro lago.

Il Lago d’Iseo lo abbiamo visitato facendo tappa col camper presso l’area sosta di Costa Volpino, vicino Lovere, che è davvero ben gestita (occhio a tenere a portata di mano un po’ di monete per il parchimetro però).

Lovere tra l’altro è un piccolo centro davvero delizioso da visitare, e da qui potrete prendere il traghetto per fare una bella crociera sul lago.

Meta imprescindibile è Monte Isola, l’isola lacustre più grande d’Europa. La sua particolarità è l’essere quasi priva di traffico lungo le strade perché, tranne rare eccezioni, qui i veicoli a motore sono banditi. Con circa mezz’ora di passeggiata immersi nel verde partendo da Carzano, approdo del traghetto, potrete raggiungere Peschiera, il paese principale di Monte Isola.

Qui i locali per mangiare non sono molto numerosi se parliamo di ristoranti, mentre troverete un gran numero di chioschi che servono polenta (altamente sconsigliata col caldo, a parere nostro, ma ad ognuno il suo) e sardine fritte, il piatto tipico di zona.

Una volta ripreso il traghetto vi consigliamo poi una sosta ad Iseo, cittadina pittoresca ricca di vicoli e vicoletti da esplorare e qualche bella piazzetta. A questo proposito fate un salto in Piazza Garibaldi: qui si trova infatti la prima statua non equestre rappresentante l’Eroe dei Due Mondi che sia mai stata realizzata.

 

Lago di Como


Quel ramo del Lago di Como, che volge a mezzogiorno...

Non continuiamo con il declamare, tanto sicuramente conoscerete benissimo anche voi l’incipit dei Promessi Sposi.

L’opera di Manzoni ha reso celebre il lago e i suoi dintorni, quasi quanto George Clooney a Laglio ha attratto orde di pulzelle a caccia almeno di un autografo.

Nel nostro giro sul Lago non abbiamo incontrato il bel George, ma abbiamo visto cose ugualmente belle.

Innanzitutto Como, da cui si può prendere una funicolare per raggiungere Como Alta, Carescione e la meta finale, Brunate. Da qui si può godere una bellissima visita sia sul lago che sulla città, e noi consigliamo sicuramente di provare l’esperienza.

Tra l’altro Brunate è ricca di verde e di bellissime ville, e merita una passeggiata di per sè.

Ovviamente però il fulcro di una giornata sul lago è la gita in battello o traghetto, e anche il lago di Como non fa eccezione: vi consigliamo di visitare Bellagio e Cernobbio rimanendo sulla sponda occidentale, mentre per quanto riguarda la sponda orientale godetevi la natura dell’oasi naturale di Pian di Spagna.

Altri centri meritevoli di una visita, in generale, anche Colico, Varenna, Onno e Torno.

Per pernottare consigliamo l’area sosta di Como, molto ben tenuta ma purtroppo poco capiente e non prenotabile.

 

Lago di Garda

 

 

Un’ altra perla del Nord Italia.

Il Lago di Garda incanta con la bellezza dei suoi paesi, come Desenzano, Garda, Gardone, Lazise, Sirmione...

Ponticelli sui canali, immense montagne di gelato colorato, fiori e viuzze ricche di negozietti per tutte le tasche (anche se in generale il Lago di Garda non è economico): che meraviglia!

Basta semplicemente godersi una passeggiata per stare subito bene e in pace con sè stessi, ma per chi vuole concedersi anche qualcosa di più culturale e storico ricordiamo la presenza del Vittoriale a Gardone, dimora del poeta D’Annunzio e museo dei suoi cimeli, e le Terme di Catullo, a Sirmione.

Per chi volesse divertirsi invece non possiamo che consigliare i parchi tematici di zona: Movieland, a tema cinema; Gardaland, che non ha bisogno di presentazioni; Caneva World, uno dei maggiori parchi acquatici d’Italia; il Parco Natura Viva, un safari faunistico.

Il Lago di Garda con la sua vastità si estende fino al Veneto e al Trentino, quindi a seconda della sponda su cui vi troverete saranno a portata di mano anche Verona e il Parco Giardino Sigurtà, oltre alla splendida Valeggio sul Mincio.

DI campeggi ne troverete a bizzeffe, quindi non avrete davvero che l’imbarazzo della scelta.

 

Lago Trasimeno

 

Spostiamoci più verso il centro Italia e raggiungiamo un altro lago molto caro a noi: il Trasimeno.

Si trova tra Umbria e Toscana, anche se a livello di Provincia è legato a Perugia, ed è balneabile...come tutti gli altri, del resto.

Fate sempre attenzione ai laghi però, perché le correnti possono essere improvvise e subdole.

Qui ci troviamo in una zona naturalistica ricca di uccelli e anfibi, in particolare presso l’Isola Polvese. Altre isole sono quella Maggiore e quella Minore, con cormorani ed una bella vegetazione boschiva caratterizzata da pini e lecci.

Il Trasimeno per noi è sinonimo di relax, perché alcune sue zone sono meno prese d’assalto dal turismo.

Degni di nota comunque vari centri, come Castiglione del Lago (davvero stupenda), Città della Pieve, Panicale...

Ed essendo in Umbria ma al confine con la Toscana potrete strizzare l’occhio sia all’ottima tavola che ad altre città stupende come Perugia, Siena e Arezzo.

Insomma, il luogo ideale per un weekend sul lago che sia un mix di natura e cultura...e, anche stavolta, con tanti camping sparsi qua e là di cui poter usufruire.

 

E il vostro lago preferito?

Queste la nostre esperienze di weekend al lago, ma tanti altri ce ne mancano: quali consigliereste, e perché? Lasciateci un commento, siamo curiosi!

 

I consigli degli amici Allemandich
(redatto da Chiara)

 

 

 

 

 

Post in: Travels
Like (2)
Loading...
2
Like (2)
Loading...
2